UNA MEZZA DA INCORNICIARE

Sono Italo Cassol e Maurizia Cunico il re e la regina della Mezza del Brenta edizione numero 15, la prima corsa nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19, l’unica del vicentino e tra le pochissime del Veneto. 750 atleti (che hanno fatto registrare il sold-out prima del termine delle iscrizioni) provenienti dall’intero Nord Italia, con 31 Province rappresentate e sei Nazioni al via (con ben 14 tedeschi giunti a Bassano per l’occasione dalla città gemella di Muhlacker con atleti anche da Inghilterra e Svizzera) si sono confrontati nell’anello di 10 e 21 km tra Piazza Libertà e Ponte Vecchio a Bassano, piazza Castello a Marostica e la verde campagna. L’evento che si conferma così una valida occasione di promozione della Città anche in questi mesi non facili, è stato organizzato da Studio Rx di Marostica del presidente Sergio Contin, con asd B-Sport e Nico Runners ed è stato corso nell’ambito del calendario nazionale AICS.

Il sole ed il fresco del mattino, con l’assenza di umidità, hanno permesso tempi da record con il cronometro che per Cassol del Recastello Radici Group si è fermato in 1:09:43, quattro minuti prima di Matteo Vecchietti secondo dell’Atletica Val di Cembra (1:13:34 il suo tempo) e Edgardo Confessa del Salcus (1:13:58). Quarto l’atleta di casa, Luigi Vivian vincitore nel 2018. Nel femminile dietro la Cunico che ha chiuso le fatiche in 1:23:36 son giunte Laura Pieretti del Tornado (1:24:14) ed Eva Mognon del Vicenza Marathon (1:26:08). Federico Valandro e Silvy Turcato hanno invece firmato la 10 km.

Al via anche Sammy Basso festeggiato all’arrivo con una ventina di amici vestiti con l’ormai celebre maglia Sammy Runs Brenta e Vincenzo Placida, che è stato in gara spingendo la carrozzina della figlia Valentina affetta sin dalla nascita dalla sindrome “Cornelia de Lange”. Nell’ambito dell’evento anche l’iniziativa nazionale AICS per ragazzi dai 6 ai 14 anni Rifiuthlon che ha deciso di fare tappa a Bassano per educare nel gioco i ragazzi al riciclaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.