Eyob Faniel re della Mezza 201

L’edizione 2017 della Mezza del Brenta incorona, per la seconda volta consecutiva, il suo pupillo di casa Eyob Faniele Ghebrehiwet che migliora di quasi un minuto e mezzo il tempo ottenuto lo scorso anno grazie alla presenza del compagno di allenamento Ahmed El Mauzoury (Fiamme Gialle) che ha alzato il livello della gara maschile. Il vicentino di origine eritrea conclude i 21,195 km in 1h08’30 distanziando di 3″ il lecchese, tricolore assoluto dei 10000. I due hanno potuto beneficiare della presenza del loro allenatore Ruggero Pertile, ex azzurro di maratona, che ha fatto da apripista. Sale per la prima volta sul podio della gara, imitando il fratello Enrico nel 2011, l’atleta di casa Luigi Vivian (Nico Runners) che chiude con l’ottimo crono di 1h15’52. L’anno scorso nel corso della manifestazione, organizzata da Studio Rx, B-Sport e Atletica Bassano, era stata annunciata la candidatura a Città Europea dello Sport 2018, quest’anno l’assessore Oscar Mazzochin l’ha confermata e la Mezza del Brenta sarà uno degli eventi per celebrare questo riconoscimento. Quasi 500 i partecipanti tra mezza e 10 km, in lieve calo rispetto agli anni scorsi. Al femminile vittoria per la trevigiana Giulia Bisognin (Maratoneti Genovesi) che migliora di ben 4′ il tempo del 2016 quando fu seconda in 1h30’50. Partita subito davanti la 26enne ha concluso la sua prova in 1h26’30 lasciando a due minuti Silvy Turcato (Piombino) che ha rimontato, a 5 km dalla fine, la vicentina Tiziana Scorzato (AV Bisson), sul podio nel 2008. Nei 10 km il più veloce è stato Riccardo Trovato (AV Bisson) in 35’59 che è riuscito a resistere al rientro di Federico Venezian (Nevi). Terzo Matteo Gianeletti (Fai Zanè). Tra le donne si impone Chiara Renso (AV Bisson) in 39’08 seguita a breve distanza dalla trentina Elektra Bonvecchio (Atl. Trento). Completa il podio Anna Furlan. Nella gara a staffetta Lei&Lui successo per la coppia Giulia Madella-Gianluca Tiberio con il tempo di 1h24’38 con un vantaggio importante sulla 2ª coppia classificata. (Chiara Resno – GdV)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *